- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

La musica era quella bandistica suonata per le feste di piazza solo che stavolta, la banda non ha accompagnato i festeggiamenti di una processione o di un concerto di piazza, ma bensì i festeggiamenti dei candidati alle elezioni amministrative 2024 della lista “La Colomba” capeggiata dall’ingegnere Carmine Malpede.
È accaduto questa mattina, poco dopo le 11, nel comune di Ricigliano, nel cratere salernitano. A meno di un’ora dal termine di chiusura della consegna delle liste e quindi delle candidature per le elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno, a Ricigliano sono in due le liste a sfidarsi, il candidato sindaco Carmine Malpede, insieme ai suoi candidati consiglieri comunali, accompagnati da elettori e simpatizzanti della lista e armati di banda musicale al seguito, hanno sfilato con la musica e le bandiere per le stradine del centro del paese, recandosi alla sede di Palazzo di città per la consegna della lista. Ritenta così, la scalata per lo scranno più alto di Palazzo di Città, affiancato da alcuni dei fondatori storici della lista, l’ingegnere Carmine Malpede, già capogruppo di minoranza uscente e con un passato da vicesindaco nel piccolo comune del Tanagro.

Malpede ritenta, per la seconda volta, di strappare la fascia tricolore al sindaco uscente, il medico farmacista Giuseppe Picciuoli, a capo della lista “Rinnovamento Riciglianese” che si ricandida per proseguire, con un secondo mandato consiliare, l’amministrazione del suo comune. Un progetto politico quello della lista Rinnovamento Riciglianese, che Picciuoli fa affiancato dai suoi consiglieri fedelissimi ma con una novità che vede la scesa in campo in prima persona, dell’ex sindaco e suo predecessore, il medico cardiologo Francesco Turturiello. Una novità per Ricigliano dove, per la prima volta, due figure passate nella storia politica del paese per aver indossato il tricolore, scendono in campo uniti. Medico e titolare di numerose farmacie, Picciuoli è molto conosciuto nei comuni del cratere salernitano dove, tra i vari incarichi, ricopre anche quello di Presidente del Consorzio Sociale Agorà S10- ex Piano di Zona. Tanti i temi, dai fondi, ai progetti e all’ambiente, sui quali i due candidati sindaco e i rispettivi candidati consiglieri dovranno confrontarsi e sfidarsi fino all’ultimo voto per conquistare gli scranni di Palazzo di città.