Tempo di lettura: 2 minuti

Palomonte (Sa) – I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Buccino, allertati dai colleghi della Stazione di Contursi Terme per un presunto smaltimento illecito di rifiuti, si sono  portati alla località “Bivio” nel comune di Palomonte.

Giunti sul posto hanno riscontrato, su di un’area di circa 300 mq, la presenza di diverse tipologie di rifiuti speciali non pericolosi quali: terre e rocce da scavo contaminate da cemento, conglomerato cementizio, laterizi, fresato di asfalto e parti di asfalto da manto stradale, per un volume complessivo di circa 1200 mc. Era inoltre presente un escavatore intento ad effettuare dei lavori di movimentazione di terreno.

Dopo aver individuato il proprietario dell’area ed il responsabile della ditta esecutrice dei lavori di movimento terra, i militari hanno svolto i consequenziali accertamenti ed acquisito  gli atti di autorizzazione relativi ai lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria del piazzale. Dalla disamina dell’autorizzazione è emerso che la movimentazione del materiale era avvenuta al di fuori del cantiere autorizzato e che, inoltre, tali lavori non erano ricompresi nella SCIA rilasciata da comune.

Alla luce di quanto riscontrato, i militari hanno posto sotto sequestro l’area ed anche il mezzo meccanico adoperato per la movimentazione dei rifiuti ed hanno deferito all’Autorità Giudiziaria i responsabili per i reati di smaltimento illecito di rifiuti e di realizzazione di opera edilizia in assenza di permesso di costruire.