Tempo di lettura: 3 minuti

di Giuseppe D’Alto

Salerno – La Salernitana all’esame Carpi senza Rosina e con il dubbio Sprocati. Dopo due pareggi consecutivi i granata proveranno a rompere il ghiaccio al Cabassi con un avversario protagonista di una partenza sprint. Sei punti per la rinnovata squadra di Calabro che dopo le incertezze mostrate nella sfida di Coppa contro l’undici di Bollini è partito alla grande in campionato. In vetrina il talentuoso Malcore che è riuscito a dimostrare di essere all’altezza della serie B (l’anno scorso militava in D) a suon di gol e assist. Per la sfida in terra emiliana Bollini ha convocato 24 calciatori lasciando a casa anche Rizzo, Kiyine e Kadi. Quest’ultimo andrà a rinforzare la formazione primavera. Non sarà della contesa neanche il neo acquisto Emanuele Cicerelli (attaccante) che dopo un lungo tira e molla ha firmato un quadriennale. Da valutare le condizioni di Sprocati che nel corso della rifinitura ha accusato noie muscolari. In preallarme Gatto che non ha entusiasmato all’esordio con la Ternana. Prima da titolare per il giovane Rossi  (in foto Ianuale) che in extremis sembra aver scalzato Zito. Minala rischia di scivolare in panchina a vantaggio di Odjer. Perico potrebbe dare il cambio a Pucino. Alla vigilia della partita Bollini ha spiegato che la Salernitana a Carpi dovrà essere attenta ai dettagli.’Lunedì siamo rimasti un po’ scottati e domani dovremo mettere in campo il giusto tenore agonistico’. L’allenatore si è soffermato sui punti di forza dell’avversario. “La qualità del Carpi non rappresenta una novità per me” – ha aggiunto Bollini. E’ una squadra che fin qui non ha subito gol, che sa ripiegare bene in fase difensiva e sa ripartire bene. Hanno mantenuto la stessa intelaiatura dello scorso anno nell’asse centrale, una squadra molto collaudata in cui hanno inserito giocatori interessanti per la categoria”. Il tecnico ha apprezzato gli applausi che i tifosi granata hanno riservato alla squadra al termine del pari con la Ternana.  “La Salernitana lunedì è uscita dal campo tra gli applausi del pubblico pur senza vincere e questo credo sia un segnale molto forte che abbiamo ricevuto dalla nostra gente e che ribadirò alla squadra. Dovremo essere bravi a coniugare l’atteggiamento offensivo mostrato con la Ternana all’attenzione in fase di non possesso palla e alla scaltrezza del Carpi”. Bollini ha chiuso il suo intervento rimarcando lo spirito di abnegazione del gruppo: “Come ho più volte ribadito questo è un gruppo compatto, molto professionale e che lavora bene in allenamento. Oltre ad un concetto fisico e tecnico vedo le giuste interpretazioni delle idee e il senso dell’armonia di gioco”. Da rilevare il clima ad alta tensione tra Claudio Lotito e il presidente Figc Tavecchio nel corso dell’assemblea della Lega A. Nel frattempo un nuovo club granata è stato inaugurato ad Albanella (presenti Rizzo, Asmah e Kadi).

Queste le probabili formazioni (ore 15  Sky e Radio Bussola 24)

CARPI (3-5-2): Colombi; Sabbione, Poli, Ligi; Jelenic, Verna, Pasciuti, Mbaye, Bittante;  Mbakogu, Malcore. A disp.: Serraiocco, Vitturini, Capela, Concas, Saber, Saric, Pachonik, Giorico, Manconi, Belloni. All.: Calabro.
SALERNITANA (4-3-3): Radunovic; Perico, Tuia, Bernardini, Vitale; Odjer, Della Rocca, Ricci; Rossi, Bocalon, Sprocati. A disp.: Adamonis, Pucino, Schiavi, Mantovani, Asmah, Minala, Signorelli, Zito, Gatto Alex, Rodirguez, Di Roberto.  All.: Bollini.
ARBITRO: Pezzuto di Lecce (Bresmes di Bergamo/Scarpia di Reggio Emilia)