Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – C’è una comparazione di immagini, una istantanea, che meglio dei cori rappresenta lo stato d’animo della tifoseria granata. Ad inizio partita la curva sud Siberiano straripava d’entusiasmo. Ad inizio secondo tempo, in segno di contestazione, quasi tutti i gruppi ultras hanno tolto gli striscioni. Nel codice comunicativo delle curve è l’affronto più grande che una squadra e la società possono ricevere. Decisione presa non tanto per lo 0-4 in soli 45 minuti, quanto per la consapevolezza – determinata dalla prestazione in una partita cruciale – che il progetto Serie A non è mai decollato.

Nel mirino è finito il direttore Angelo Fabiani. A lui è stata dedicata la gran parte dei cori di Curva e distinti. Per la prima volta si è sentita cantata la parola ‘mercenari’ nei riguardi della squadra. I calciatori sono usciti tra i fischi a fine primo tempo, allo steso modo sono rientrati.