- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

È passata sottotraccia l’approvazione, avvenuta nell’ultima seduta del consiglio comunale di Salerno, della fuoriuscita del Comune di Salerno dal consorzio farmaceutico intercomunale. Oggi, però, a scavare dietro questa scelta ed ad illustrare una serie di punti interrogativi è il consigliere di opposizione Roberto Celano, capogruppo di Forza Italia che ha mostrato, conti alla mano, un buco di 11 milioni di euro di cui Salerno dovrebbe essere a conoscenza e di cui le casse del Comune dovrebbero risponderne per almeno un terzo, cioè per il valore della quota che il Comune di Salerno rappresentava nel consorzio farmaceutico. insomma un ulteriore aggravio di circa 3.800.000 € nel bilancio del Comune di Salerno sul quale da tempo Roberto Celano ha posto i riflettori. Cominciando a cercare di vederci chiaro dietro questa scelta Celano ha trovato una lettera attraverso la quale il consiglio di amministrazione del Consorzio, ha chiesto ai sindaci dei comuni di Capaccio,  Eboli e Salerno di indicare i soggetti componenti del collegio dei revisori dei conti ai quali trasmettere lo schema di bilancio per l’acquisizione del parere, perché, si legge nella lettera, i componenti stesso del collegio dei revisori nominati dall’assemblea dei sindaci nell’assemblea del 28 dicembre 2023 non hanno ancora trasmesso l’accettazione della carica. in realtà, come ha spiegato oggi in una conferenza stampa Roberto Celano, gli stessi avevano accettato la carica per poi dimettersi, molto probabilmente non riuscendo a fare luce sui conti in cui ci sono una serie di numeri indecifrabili. “Ad un certo punto si legge accanto alla voce di 233mila euro, crediti verso Tancredi” ha detto Celano, rivelando una serie di anomalie proprio nella compilazione dell’elenco. 

Sulla vicenda ha annunciato una nuova interrogazione parlamentare il vicepresidente di Noi Moderati alla Camera dei Deputati, l’onorevole Pino Bicchielli. 

La situazione interna al consorzio farmaceutico è preoccupante. La denuncia del consigliere Roberto Celano dovrebbe allarmare la popolazione ma anche la maggioranza Napoli” – ha detto Bicchielli. Ci aspettiamo chiarimenti dai vertici di Palazzo di città. Purtroppo siamo certi che non arriveranno ma noi non abbassiamo la guardia e chiederò al governo nazionale di prestare massima attenzione per tutelare la Città di Salerno e i cittadini salernitani, già costretti a fare i conti con tasse altissime e carenza di servizi essenziali”.