Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – “L’Asl di Salerno prenda in seria considerazione l’ipotesi di utilizzare altre strutture, oltre a quelle ospedaliere, per la campagna vaccinale degli anziani, in particolare degli over 80, anche alla luce della disponibilità di spazi offerta dai sindaci di tanti comuni del Salernitano”. È quanto chiede Anna Bilotti, deputata del Movimento 5 Stelle ai vertici dell’Azienda sanitaria locale salernitana. Una richiesta formulata alla luce delle segnalazioni giunte da numerosi primi cittadini sulle criticità riscontrate nelle vaccinazioni anti Covid agli anziani, non ultime quelle ricevute da alcuni sindaci del comprensorio dei Picentini.

“Al di là dei ritardi riscontrati in alcune aree, come i Picentini, resta il grave problema delle difficoltà negli spostamenti per le persone anziane, deambulanti e non deambulanti – spiega la parlamentare salernitana – cui stanno cercando di porre rimedio gli stessi sindaci, attraverso iniziative anche personali, per garantire il trasferimento degli anziani nelle strutture ospedaliere individuate per la campagna vaccinale. Tanti primi cittadini stanno offrendo strutture e spazi in loco che potrebbero essere utilizzate per somministrare i sieri agli over 80. Credo che le loro segnalazioni vadano prese nella considerazione dovuta e valutate in maniera approfondita dai responsabili dell’Asl Salerno, sia per rendere più agevole e sicuro l’accesso ai sieri da parte degli anziani sia per garantire una maggiore copertura della campagna vaccinale”.

L’appello ai vertici dell’Asl Salerno arriva dopo una lettera inviata al ministro della Salute, Roberto Speranza, e un ordine del giorno approvato alla Camera, in cui Bilotti ha chiesto «un intervento urgente affinché la vaccinazione doverosa delle persone più a rischio non abbia come effetti una disparità di diritti di accesso alle cure per cittadini che risiedono in aree interne del nostro territorio».