Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – È stato trovato di tutto, materiale di ogni genere, alle spalle del porto Marina D’Arechi in un’area abbandonata a pochi metri di distanza dalla strada litoranea. Nascosto da una piccola collinetta di terra ed erba,  un fiume di spazzatura, in molti casi evidente materiale di risulta da lavori di ristrutturazione ed edilizi.

Porte, finestre in vetro e legno, materassi, infissi, ma anche pneumatici, elettrodomestici giocattoli, laterizi. Da una prima indagine dei vigili urbani di Salerno ,che hanno compiuto un sopralluogo questa mattina guidati dal comandante Rosario Battipaglia, non sembrano esserci rifiuti speciali. Il lavoro di indagine della polizia municipale prosegue alla ricerca di elementi, nascosti tra i rifiuti, che possono aiutare i caschi bianchi a risalire ed individuare i possibili responsabili di quella che può essere ritenuta una delle discariche abusive più grandi mai scoperte sulla territorio comunale di Salerno.

Una parte dell’area è anche di proprietà demaniale. Secondo i vigili urbani, a gennaio, in un precedente sopralluogo nella stessa zona non erano stati trovati i rifiuti e quindi il materiale è stato accumulato in pochissimo tempo.