Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – Forestazione, operai in presidio sotto la Regione.

Le organizzazioni sindacali Fai–Flai–Uila “nel prendere atto che gli impegni assunti dalla Regione Campania relativamente alla vertenza del settore forestazione rimangono solo enunciazioni e buoni propositi” e “tenuto conto della drammatica condizione degli addetti e delle loro famiglie”, proclamano “lo stato di agitazione e lo sciopero del settore per il giorno 10 dicembre 2021 con manifestazione e presidio presso la Giunta Regionale della Campania”.   

I sindacati argomentano: “Nonostante le rassicurazioni ricevute non sono stati effettuati i trasferimenti dei 17,6 milioni di euro come primo acconto dello stralcio 2021. A tale ritardo, ingiustificabile ed inammissibile, si aggiunge anche il mancato sblocco al CIPE della restante parte dei finanziamenti pari a 50 milionia valere sui fondi POC per l’anno in corso. Per il documento di programmazione finanziaria 2022/2023 siamo ancora in attesa del confronto con il tavolo inter-assessoriale circa la programmazione delle linee guide e strategie per il prossimo biennio per definire il quadro finanziario e risorse necessarie per lo svolgimento delle attività e per rafforzare le politiche occupazionali al fine di garantire il processo di stabilizzazione del personale OTD. La stabilizzazione di tale personale è elemento imprescindibile anche per concludere il percorso di mobilità del personale vero alcuni enti e vivai forestali dove sono del tutto bloccate le attività per carenza di personale”. Documento firmato dai segretari Bruno Ferraro, Giovanna Basile e Emilio Saggese.