Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – Ruspe al lavoro sulle spiagge della zona orientale di Salerno. L’estate sta arrivando ed il comune capoluogo non vuole farsi trovare impreparato alla stagione turistica che dovrà offrire all’economia del capoluogo una boccata d’ossigeno dopo le sofferenze legate al coronavirus. In particolare va rimosso quanto depositato nel corso dell’inverno  dal mare.

Alghe, rifiuti, tronchi e l’inciviltà di alcuni hanno in alcuni casi ricoperto di una spessa coltre il bagnasciuga in varie parti della costa salernitana. Mentre gli occhi di tutti sono puntati sulle spiagge allungate dal ripascimento, le ruspe di Salerno Pulita si sono messe al lavoro da questa mattina sulle spiagge dove si sono accumulati rifiuti e per spianare il livello della sabbia.  

Proprio ieri la Fibe Confesercenti, una delle sigle che rappresenta agli operatori balneari aveva lanciato attraverso una nota stampa, una sollecitazione agli enti competenti affinché non si facessero trovare impreparati alle esigenze del settore che ha fretta di mettersi al lavoro.