Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – Il 30 novembre, alle ore 9,00, presso il Salone Bottiglieri di Palazzo S. Agostino si terrà il Seminario formativo “l’impresa edile e gli adempimenti ambientali: la gestione dei rifiuti; gli impianti di recupero rifiuti in procedura semplificata, l’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali; la gestione di terra e rocce da scavo” rientra tra le attività promosse dal gruppo di lavoro istituito all’interno del protocollo d’intesa sulla legalità ambientale di cui la Provincia di Salerno è firmataria.

Apre i lavori Michele Strianese, Presidente della Provincia di Salerno. Con lui partecipa Gerardo Pepe, Segretario della Sezione regionale della Campania Albo Gestori Ambientali, Manuela Marra e Manuela Masotti, Tecnici Ambientali di Ecocerved scarl, Giuseppe D’Urso, Responsabile Servizio Rifiuti e Bonifiche della Provincia di Salerno. Modera Michele Massa, Funzionario referente Ufficio Rifiuti della Provincia di Salerno.

Il protocollo d’intesa sulla legalità ambientale è stato istituito con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, curato dalla Sezione Regionale della Campania dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali, dalla Camera di Commercio di Napoli, dall’Unione Regionale delle Camere di Commercio della Campania, con la partecipazione della Regione Campania, dell’ARPAC, Carabinieri Forestale Regione Campania, Gruppo Carabinieri Tutela Ambientale, Guardia di Finanza Comando Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Provincia di Avellino, Provincia di Benevento.

Tra gli obiettivi del protocollo d’intesa – dichiara il Presidente Strianesec’è la creazione di un’unica rete di monitoraggio in un quadro di sicurezza pubblica garantita e partecipata. È finalizzato a rafforzare le azioni a sostegno del contrasto a fenomeni di criminalità, per ripristinare la legalità in ambito ambientale. Vanno realizzate azioni dirette a promuovere una maggiore cultura ambientale nelle attività imprenditoriali, con la diffusione di pratiche e comportamenti virtuosi per una gestione sostenibile a vantaggio del territorio e dei cittadini”.