Tempo di lettura: 2 minuti
Il sindaco di Sant’Egidio del Monte Albino, Nunzio Carpentieri ha annunciato una visita per la giornata di oggi alla tenenza dei Carabinieri di Pagani per un colloquio personale con il Comandante, dopo il grave episodio che si è verificato nel suo comune. L’auto del parroco Don Gerardo Coppola è stata data alle fiamme due notti fa. Un gesto violento del quale ancora non si riescono a comprendere le motivazioni. Ma sul quale il sindaco Carpentieri ha ritenuto opportuno esprimersi solo ora per non creare ulteriori clamori sulle indagini in corso.
 

“La stima che mi legano a don Gerardo Coppola è  più che nota. Ho sempre ringraziato il Signore per il dono che ci ha fatto di un parroco giovane, generoso, disponibile, attento al suo popolo – ha detto il primo cittadino – da Sindaco e da cittadino di Sant’Egidio esprimo la mia più ferma condanna e rivolgo, a nome mio, dell’Amministrazione comunale e di tutta la nostra comunità, un abbraccio affettuoso e sentito a don Gerardo, al quale assicuro pubblicamente, come già fatto di persona, tutta la mia vicinanza umana ed istituzionale”. Ovviamente, don Gerardo ha sporto denuncia ai Carabinieri, che stanno indagando e che riceveranno oggi la visita del sindaco. 

“È mia intenzione ringraziare i carabinieri ed il comandante per il lavoro che quotidianamente l’Arma svolge sul territorio – ha concluso Carpentierima chiederò un ulteriore sforzo di attenzione, che serva a restituire serenità a tutti noi e in particolare alla comunità della frazione di Orta Loreto”.