Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – Quando tutti i nodi sembravano essere sciolti e quindi anche un po’ a sorpresa, Nicola Sardone amministratore unico della Salerno Pulita, ha  deciso di rassegnare le sue dimissioni dal vertice della società che gestisce la raccolta dei rifiuti nel comune capoluogo. Una serie di sue richieste non sarebbero state accettate dall’amministrazione comunale che da tempo a con organizzazioni sindacali e la stessa società mista ha in corso una vertenza sulla riorganizzazione. Nè il sindaco di Salerno nè l’assessore all’ambiente, Angelo Caramanno, si sono soffermati questa mattina sulle motivazioni che hanno spinto Sardone, da pochi mesi alla guida di Salerno pulita a lasciare l’incarico, riservandosi di avere un ulteriore colloquio personale con l’amministratore. Nel frattempo l’assessore all’ambiente, Angelo Caramanno non ha nascosto l’esigenza di dover provvedere nel più breve tempo possibile a trovare una soluzione perché una società importante come quella che gestisce la raccolta dei rifiuti nel comune capoluogo non può permettersi di perdere neanche un minuto.