Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – Troppo presto per sbilanciarsi sugli interventi da attuare, ma in tempo per giustificare le critiche mosse dal presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca alla gestione precedente di Salerno Pulita, la società partecipata di cui da oggi Nicola Sardone è il nuovo amministratore unico. Il geometra salernitano sostituisce Raffaele Fiorillo che qualche giorno fa aveva rassegnato le sue dimissioni dal vertice dell’azienda che gestisce il servizio di igiene urbana e raccolta differenziata nel comune capoluogo, accettate dal sindaco di Salerno e ratificate ieri dal consiglio d’amministrazione. Per la prima volta stamane Sardone ha incontrato la stampa e confermato che si lavorerà in sinergia con il Comune ma ha evitato di rispondere sulla possibilità di creare un gestore unico e ha definito precoci le risposte su tutto quello che riguarda il futuro della società che gestisce 505 dipendenti. Al momento il nuovo amministratore ha fatto solo sapere di aver attivato un confronto con l’ex presidente per la consegna del lavoro. Sull’attacco alla città sporca ricevuto da De Luca, e al quale si attribuiscono le dimissioni di Fiorillo, Sardone ha solo detto dopo aver negato che la città aveva problemi di questo tipo, che se il Governatore ha detto determinate cose avrà avuto le sue ragioni.