Tempo di lettura: 1 minuto

Salvitelle (Sa) – Si è candidata alla partecipazione e all’adesione ai progetti europei di interscambio culturale e gemellaggio tra i paesi europei, la città di Salvitelle, nella Valle del Tanagro. L’iniziativa, fortemente voluta dal neo sindaco Maria Antonietta Scelza, è stata adottata e votata dalla Giunta comunale all’interno di un atto di indirizzo con la delibera numero 3 del 13 gennaio 2020.
L’obiettivo – spiega il sindaco di Salvitelle – è quello di creare azioni virtuose e benefici alle comunità coinvolte nel gemellaggio partendo dall’unione tra persone proveniente dai diversi paesi europei, la condivisione di problemi e scambi di opinioni. Quando un sistema funziona – dice il primo cittadino – tutto questo si traduce in vantaggi tangibili”. Gemellaggi che rafforzano l’identità europea quindi – “questo legame – racconta Maria Antonietta Scelza rappresenta un impegno a lungo termine tra i vari partner che è volto a rafforzare i rapporti tra i paesi europei e a rafforzarne la cultura e l’identità”.
Interscambi culturali importanti dunque, che creano conoscenza, fortificano e creano rapporti umani e fanno “rinascere” i piccoli borghi dell’entroterra.