Tempo di lettura: < 1 minuto

“Escludere dalle agevolazioni del sismabonus chi ha già usufruito in passato dei contributi della Legge 219 per la ricostruzione dopo il terremoto del 1980 è un controsenso. Sono passati oltre 40 anni, un tempo sufficiente ad avvertite l’esigenza di nuovi e significativi interventi di messa in sicurezza del patrimonio abitativo”. L

o dichiara Federico Conte, deputato di Liberi e Uguali, che ha depositato una interrogazione al Ministro dell’Economia per chiedere di intervenire per rimuovere l’esclusione. “Viene discriminato – continua il parlamentare – parte del patrimonio edilizio di intere regioni, come Campania e Basilicata, colpite duramente dal sisma del 1980; una esclusione che appare inaccettabile e immotivata. Proprio su territori ad alto rischio sismico, che hanno già conosciuto il dramma del terremoto, va incentivata la messa in sicurezza del patrimonio, che è un lavoro costante, unitamente agli interventi sul risparmio energetico. Si tratta della modernizzazione di un’edilizia che risale ormai a quarant’anni fa”.