Tempo di lettura: 4 minuti

Pellezzano (Sa) – Dal dolore e dalla disperazione può nascere la speranza, per regalare un sorriso e un futuro ai bambini, attraverso la ricerca scientifica. Tra solidarietà, amicizia, natura e prodotti bio a chilometro zero, per un evento immersivo in un ambiente salubre, lontano dal centro cittadino, a stretto contatto con gli animali, per riappropriarsi del legame con l’habitat naturale e per riflettere sulla necessità di sostenere la ricerca scientifica. Ancora una volta in campo Francesca Pisano, Annarosa Pisano, Rita Caruso e Francesca Landi, in ricordo della loro amica Anna Gallo, a cui è dedicata la “Colazione in Vigna” all’insegna della condivisione, dell’allegria e della solidarietà, finalizzata alla raccolta fondi a favore dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma.

La location scelta per la mattinata solidale, in programma domenica 24 ottobre a partire dalle ore 9.30, è il “Convivio Home Restaurant” a Pellezzano (SA). Con una proposta di prodotti a km zero, Antonia e Simona, le padrone di casa, accompagneranno alla scoperta della loro oasi incontaminata, tra cavalli, alpaca e cervi che sicuramente cattureranno l’attenzione dei più piccoli.

Un evento pensato per tutti, per le famiglie, per i bimbi, per le mamme e i papà, i nonni, per i ragazzi e per tutti coloro che desiderano aderire alla raccolta fondi, con la possibilità di acquistare anche gadget per sostenere l’Associazione.

Una storia di amicizia profonda, che da Baronissi si è trasformatasi in un’onda di amore che travalica i confini territoriali, ampliandosi a tutta la Valle dell’Irno, proiettandosi anche oltre regione per sostenere il valore della condivisione.

“Siamo molto felici di questa iniziativa benefica pensata a favore dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma. Purtroppo, dopo vari eventi organizzati negli scorsi anni, il Covid ha rallentato la nostra attività, ma la ricerca scientifica non si è mai fermata e ha bisogno del sostegno di tutti noi – sottolineano Francesca, Annarosa, Rita e Francesca – Domenica prossima, al Convivio Home Restaurant, sarà un’occasione per stare insieme e condividere una mattinata assaggiando i prodotti proposti da Simona e Antonia, a cui va tutta la nostra gratitudine per aver accolto con entusiasmo la nostra idea. Per i più piccoli e non, un giro nello spazio verde per conoscere gli animali. Durante la mattinata inoltre, la nostra amica attrice Paola Senatore ci regalerà delle letture che potranno darci degli spunti di riflessione importanti. Aiutiamo la ricerca, sosteniamo l’associazione sperando che Anna ci guardi e sorrida con noi”.

Far “vivere” Anna, quindi, attraverso gesti concreti“Anna era un sole, luminosa, capace di arrivare al cuore – insistono le quattro amiche – Abbiamo pensato di realizzare qualcosa di costruttivo nel suo nome. Spinte da questo desiderio, abbiamo intrapreso una ricerca su internet e abbiamo incontrato l’Associazione Neuroblastoma: l’abbiamo contattata e ci siamo imbarcate in questa avventura. Il primo evento cui abbiamo partecipato è stata la Campagna di Pasqua 2019”. 

Tante le iniziative promosse, dall’Uovo Amico al corner allestito nel corso di Overline, la manifestazioni di street art e cultura hip hop più importante d’Italia. E ancora “Dritto al cuore, l’aperitivo solidale al Museo FRaC”, il “Christmas Charity Gala”. Anche il primo lockdown del 2020, in piena emergenza Covid, in un momento di totale isolamento, è diventato motivo di una delle esperienze umane più incredibili, quando le uova della campagna pasquale sono andate sold out, grazie alla collaborazione con le farmacie di Baronissi, la Protezione Civile e le associazioni di volontariato locali che hanno permesso la consegna nelle case.

“Anna amava la bellezza. La bellezza dell’arte, la bellezza della vita. Momenti vissuti intensamente – spiegano Francesca Pisano, Annarosa Pisano, Rita Caruso e Francesca Landi – Insieme nell’allestimento di mostre o organizzando eventi, che hanno fortificato la nostra amicizia. Anna sempre in prima fila, affinché tutto fosse perfetto. E noi, sue amiche, con questa colazione solidale vorremmo rivivere le emozioni di quel periodo che conserviamo gelosamente nel cuore. Perché non esiste separazione definitiva, finché esiste il ricordo. E il ricordo di Anna, del suo sorriso e della sua luce, vive ogni giorno con noi. Un’occasione per sentirla vicina e promuovere la ricerca”.