- Pubblicità -
Tempo di lettura: 4 minuti

Tre punti, un derby vinto e il primo posto in classifica conquistato contro l’ormai ex capolista Napoli Futsal. La Feldi Eboli si regala una serata speciale, fatta di grinta, cuore e grande compattezza che hanno permesso ai ragazzi di Salvo Samperi di avere la meglio per 3-2 sui partenopei, guidati da un ‘totale’ capitan Dalcin decisivo in entrambe le fasi di gioco.

Orfane della creatività di Borruto e Luizinho, Napoli e Feldi Eboli non si risparmiano sin dai primi minuti di gara. Il primo a rendersi pericolo è Rafinha che serve un paio di assist ghiotti non sfruttati dai compagni. Sono i padroni di casa però a sbloccare la gara, grazie al capitano rossoblù Carlos Dalcin. L’estremo difensore della Feldi si lancia in attacco e dopo aver superato la metà campo sfrutta lo spazio e trafigge il collega di reparto Pietrangelo con un rasoterra chirurgico. Esplode il pubblico del Palasele che incita ancor di più i suoi beniamini. I ragazzi di Samperi tarantolano gli avversari senza lasciarli respirare ed è bravo Selucio a rubare palla a Honorio e calciare di prima intenzione, solo il palo ferma il numero 77. Niente raddoppio per le volpi e il Napoli trova il pareggio proprio con Honorio che sotto porta non sbaglia servito da Mateus dopo un liscio di Arillo. Botta e risposta in pochi minuti ma è la Feldi a mettere ancora la freccia del sorpasso, stavolta con Guilhermao che dopo aver recuperato palla riceve il passaggio di ritorno da Vavà e di tacco segna un gol stupendo, è 2-1. Il Napoli non ci sta e crea occasioni clamorose che solo uno straordinario Dalcin riesce a sventare con parate fantastiche prima su Salas e poi su Rafinha. I rossoblù sfiorano il terzo gol con tiri dalla distanza di Venancio e di un Dalcin totale, sia nel difendere che nell’offendere.

Nel finale di tempo Fortino recupera palla, anticipa Guilhermao che lo travolge alzando la gamba ma fortunatamente senza colpire il numero 20 azzurro. Per l’arbitro l’intenzione è da rosso e il numero 10 viene espulso per la seconda volta nelle ultime due partite. Ancora una volta, croce e delizia. Il Napoli approfitta subito della superiorità numerica e pareggia con Rafinha servito proprio da Fortino.

In apertura di ripresa è Venancio ad avere la prima grande occasione, ciccando clamorosamente una grande imbucata di Dalcin. La risposta del Napoli è affidata a Mateus ma c’è sempre il portiere delle volpi a dire di no. A metà secondo tempo i rossoblù tornano avanti con un’azione rocambolesca tutta grinta e cuore conclusa da Venancio che sotto porta fa 3-2. A 5 minuti dal termine gli ospiti schierano il portiere di movimento con ancora Venancio che salva nel finale sull’occasione più ghiotta per gli ospiti.

COMPATTI – “Era una partita da vincere per il nostro orgoglio, il Napoli è una squadra forte ed è stato difficile batterli. Dobbiamo continuare a lavorare e conquistare i playoff e sarà lì che dovremmo dimostrare il nostro valore”, racconta uno stremato Venancio a fine gara.

“E’ stata una settimana particolare e ci volevamo rialzare subito, lo abbiamo fatto nel migliore dei modi. Dopo l’espulsione ci siamo compattati ancora di più e in campo si è vista la fame e la grinta di questa squadra. Il primo posto è importante, lo abbiamo conquistato sul campo e sicuramente vogliamo mantenerlo fino alla fine. Stasera c’è stata grande compattezza, credo sia la nostra qualità migliore e quando riusciamo a metterla in campo viene fuori ciò che siamo davvero”, le parole di mister Salvo Samperi al termine del match.

Le volpi conquistano il primo posto in classifica a 5 giornate dal termine della Regular Season e sono matematicamente qualificate ai Playoff Scudetto, visti i 18 punti di vantaggio sulla nona in classifica e i 16 sull’ottava. Resta da definire la posizione e Samperi e i suoi vorranno sicuramente presentarsi in pole position sulla griglia di fine anno.