Tempo di lettura: 2 minuti

di Giuseppe D’Alto

Salerno – La Salernitana ha scelto l’attaccante di scorta in linea con la politica low cost predisposta da Lotito e Mezzaroma. Il giovane bomber Alessandro Rossi  ha realizzato ventitré reti in ventidue partite con la Lazio nell’ultimo campionato Primavera. Per gli addetti ai lavori il classe ’97 è un predestinato e l’entourage biancazzurro è sicuro che il giovane possa subito lasciare il segno. Il giocatore è stato ingaggiato in prestito.

Nel frattempo la squadra granata ha disputato un test amichevole contro l’Equipe Campania. Gli uomini di Bollini, in formazione rimaneggiata, non sono andati oltre un pari ad occhiali contro l’undici di disoccupati che vedeva in campo l’ex Mounard. Esordio da titolare per il portiere serbo Radunovic che si è messo subito in evidenza con alcuni interventi importanti. Il tecnico ha concesso l’ultima parte della partita al romeno Cojocaru che potrebbe essere tesserato per essere girato in prestito. Il match del Volpe è stato utile per valutare alcuni giocatori in bilico. Kadi ha dimostrato di avere buona tecnica ma sembra ancora al di fuori dal contesta tattico. Il portoghese Roberto, dopo le prime discrete uscite, ha fatto fatica a vedere la porta.

Non sono mancati momenti di tensione nel corso della partita. Zito è stato protagonista di un faccia a faccia a muso duro con Sante Giacinti (ex Salerno Calcio). Nella ripresa è entrato anche l’ex paganese Cicerelli che ha colpito la traversa con un tiro cross. Da segnalare che Bollini ha schierato Mantovani a centrocampo facendo intuire che il giovane non rientra nei piani del club. Tra i titolari anche Gatto che non ha lasciato tracce significative nella sua prima apparizione in granata dopo la parentesi ad Ascoli. Prima di uscire Radunovic è stato protagonista di una gran parata su Mounard. Nel finale Senè si è messo in mostra con una giocata che ha lasciato sul posto Schiavi. Non hanno preso parte al match Della Rocca, Vitale, Bocalon, Sprocati, Tuia, Rosina e Pucino. Un infortunio ha messo fuorigioco Odjer e Minala mentre Bernardini e Signorelli hanno svolto lavoro differenziato.