Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – La Squadra Mobile della Questura di Salerno, nella mattinata del 15 ottobre 2019, ha dato esecuzione a una ordinanza cautelare applicativa della misura della custodia cautelare in carcere emessa il 31 maggio 2018 dal GIP, confermata con ordinanza del 4 aprile 2019 dal Tribunale del Riesame di Salerno in sede di rinvio e divenuta irrevocabile a seguito della sentenza del 19 settembre 2019 della Corte di Cassazione che dichiarava inammissibile il ricorso.

F.L. era stato arrestato per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, ex art. 73 aggravato dall’art. 80 DPR 309/1990, nel mese di maggio del 2018, nell’ambito di un’indagine coordinata da questa Procura e svolte dalla Squadra Mobile di Salerno, 2^ Sezione Contrasto alla Criminalità Diffusa, Straniera e Prostituzione, in particolare, F.L. in concorso con altre 18 persone, è gravemente indiziato di aver posto in essere, un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti per frequentatori della movida cittadina.