Tempo di lettura: 2 minuti
Salerno – Il presidente di Confindustria Salerno e Camera di Commercio di Salerno, Andrea Prete ha rilasciato una dichiarazione  sulla decisione del Tar di annullare la valutazione di impatto ambientale per aeroporto di Salerno.
 
“Il Sud lamenta da anni mancanza di sviluppo, specie a causa di una capacità infrastrutturale inadeguata che mina alla base la qualità della vita dei nostri territori. Eppure, l’interesse personale di uno sparuto gruppo di persone, vince contro l’interesse comune. Nonostante, infatti, i pareri favorevoli del Ministero per l’ambiente, di quello delle Infrastrutture e dei Trasporti e dell’Enac, il Tar della Campania, sezione Salerno, ha annullato la Via (valutazione di impatto ambientale) dell’aeroporto di Salerno.

Un sistema che, a pieno regime, potrà accrescere il traffico complessivo della nostra regione fino a oltre 17 milioni di passeggeri, un’occasione straordinaria di crescita per tutto il territorio, per le attività turistiche, per le produzioni e per lo sviluppo dell’intera Campania viene così di fatto ostacolata.

Fare richiede stimoli, coraggio e fiducia. Diversamente, se qualsivoglia investimento viene nei fatti rallentato e bloccato, perché perseverare? Se è il totale declino del Paese la meta che si vuole raggiungere, tanto vale abbandonare il campo, chiudere, andare via da un Paese che sceglie continuamente di impedire il progresso e la crescita”.