Tempo di lettura: 2 minuti

Nocera Inferiore (Sa) – Nella giornata di domenica, 15 dicembre, in occasione dell’incontro di calcio Nocerina-Casarano, disputatosi presso lo Stadio San Francesco di Nocera Inferiore, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria sette sostenitori della squadra ospite per violazione della legge 401/89 sulla violenza nelle manifestazioni sportive e dell’art. 4 della legge 110/75, che punisce il porto di armi ed oggetti atti ad offendere. I servizi di ordine pubblico predisposti per la gara, valevole per il campionato di Serie D, hanno consentito di intercettare anticipatamente la carovana dei circa cento sostenitori della compagine pugliese, giunti a bordo di minivan e auto private, all’altezza dello svincolo di Mercato San Severino e sottoporre a controllo tutti i veicoli, identificandone gli occupanti. Nel corso delle ispezioni, a bordo di un minivan con a bordo sette persone, tra le quali anche un uomo con precedenti per reati di violenza commessi in occasione di manifestazioni sportive, gli agenti rinvenivano una borsa contenente petardi, fumogeni, catene, noccoliere e altri oggetti contundenti di vario genere, nonché dei tondini in ferro tagliati in modo da risultare affilati e acuminati. Il materiale è stato tutto sottoposto a sequestro, i sette sostenitori pugliesi denunciati e nei loro confronti sono state avviate le procedure per l’irrogazione, da parte del Questore di Salerno, del provvedimento di divieto di assistere alle manifestazioni sportive (D.A.SPO.). Il dispositivo di ordine pubblico ha consentito che il resto dei tifosi venisse regolarmente scortato allo stadio e che la partita si svolgesse senza incidenti e senza alcun contatto tra le tifoserie.