Tempo di lettura: < 1 minuto

Nella giornata di oggi, a Vallo della Lucania, i Carabinieri della locale Compagnia, hanno dato esecuzione all’Ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere, emessa dal GIP di Vallo della Lucania su richiesta del locale Tribunale, nei confronti di due pregiudicati napoletani ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso di documenti di identità.

Il provvedimento scaturisce dall’esito delle indagini avviate dai militari della Compagnia di Vallo della Lucania nell’estate del 2019 a seguito dei furti perpetrati nel Cilento presso le case comunali di Omignano, Ceraso, Castelnuovo Cilento, Ascea, dove vennero rubate circa 800 carte d’identità in bianco e la somma di € 10.000,00.
La minuziosa attività investigativa svolta, ha consentito – al PM titolare delle indagini – di avanzare richiesta al GIP per l’emissione di provvedimenti restrittivi a carico dei due indagati sfociata nell’odierna misura cautelare.