Tempo di lettura: 2 minuti

«Sono molto dispiaciuto di contraddire il Presidente. Dire che siamo un partito senza pensiero mi sembra una esagerazione ed è offensivo nei confronti di chi ha lavorato settimane intere per un programma fatto di cose molto serie che invertiranno la rotta di questo paese per portarlo fuori dalla situazione in cui si è cacciato». Così Lorenzo Cesa, presidente di Noi con l’Italia Udc, replica a Ciriaco De Mita, questa mattina ad Avellino ad una manifestazione alla presenza dei candidati di Noi con l’Italia Udc.

«In cinque anni è stata applicata la politica del bonus che noi abbiamo molto criticato. Mi sembra strano che si dicano cose diverse. Il programma del centrodestra è costruito per dare risposte concrete alla gente, a partire dalla flat tax che ci viene critica ma è stata applicata negli Usa con risultati positivi e porterà dei benefici seri agli italiani, alle tasche degli italiani e abbatterà fortemente l’elusione e l’evasione fiscale nel nostro paese.
Nel programma c’è il tema teli investimenti nel Mezzogiorno, c’è il tema della famiglia tradizionale, la difesa dei valori, che penso caratterizzi molto questa coalizione».

Larghe intese? «Non penso ce ne sarà bisogno perché ci sarà una vittoria netta del centrodestra, l’unica coalizione competitiva con il M5s perché il centrosinistra non c’è. L’unico muro al populismo, al giustizialismo, al pressappochismo, allo sfascismo del M5s è il centrodestra. Questo lo può fare solo il nostro partito. Siamo portatori di valori molti seri, quello della vita: vorremmo modificare la legge sul fine vita e vorremmo dare maggiore sostegno alla famiglia che è l’unico vero contenitore che tiene insieme il paese».