Tempo di lettura: 2 minuti

Castel Volturno (Ce) – Crowdfunding affinché chiunque possa contribuire alla realizzazione del primo Centro LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender) del Mediterraneo. 

Ad indirlo sul proprio sito internet è stata l’associazione di volontariato “Rain Arcigay Caserta onlus”, vincitrice del bando indetto del Comune di Castel Volturno per il riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità e che presto, nella ex villa di un boss nel Parco Faber, farà nascere il primo Centro LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender) del Mediterraneo.

Una grande cucina, aree di co-working, spazi polifunzionali da condividere, ma soprattutto camere pronte ad accogliere persone LGBT italiane e straniere in difficoltà perché espulse dai contesti familiari o dai propri paesi di origine e non ancora autonome.

Un fenomeno tanto diffuso quanto sommerso quello della discriminazione e l’abbandono forzato della casa familiare imposto agli omosessuali, spesso giovanissimi, dopo l’outing o il coming out.

Una costatazione che, sul territorio casertano, hanno toccato con mano i volontari dell’associazione Rain fondata nel 2014 dal 24enne universitario di Casal di Principe Bernardo Diana insieme al suo compagno.

E oggi l’associazione, che conta tantissimi minorenni tra i suoi iscritti, ha deciso di dare una casa e un luogo sicuro a chiunque subisca discriminazioni o persecuzioni legate alla propria identità sessuale.

E grazie al Tavolo provinciale di concertazione istituito nel 2016 per l’uso sociale dei beni confiscati, e al bando ad evidenza pubblica voluto dall’amministrazione comunale di Castel Volturno col sindaco Demitri Russo, i giovani del Rain hanno ottenuto un contratto ventennale per la gestione di una villa di circa 300 metri quadrati.

Una casa di tutto rispetto che, però, andrà attrezzata ed è per questo che l’associazione casertana ha avviato sul proprio sito internet la campagna di crowdfunding affinché chiunque potrà donare la cifra che vuole per contribuire alla realizzazione del primo social housing LGBT del grande bacino del Mediterraneo.