Avellino, la cooperativa del gol: a segno sedici calciatori diversi

Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – Una cooperativa del gol a tinte biancoverdi: l’Avellino 2.0 di Giovanni Bucaro nonostante un girone d’andata al di sotto delle aspettative (sotto la gestione Archimede Graziani), sta dimostrando di saper andare a segno con una gran varietà di elementi. Il bomber principe resta Alessandro De Vena – staccato rispetto a tutti gli altri in rosa – la stagione in corso ha visto dopo trentacinque giornate ha visto andare a segno sedici calciatori diversi

L’ultimo in ordine cronologico a entrare nella lista è Filippo Capitanio, autore del gol del vantaggio contro il Budoni. Prima di lui era toccato a Alessandro Di Paolantonio entrare nel “club dei marcatori” in occasione della vittoria in esterna con il Trastevere.

Alle spalle di De Vena (17 gol, ndr.) c’è Ferdinando Sforzini autore della rete vittoria contro i sardi. Undicesimo sigillo stagionale per l’attaccante di Tivoli. Nove sono le reti segnate dalla rivelazione Alessio Tribuzzi. Nicola Ciotola, autore del centro vittoria contro la Vis Artena, tocca i cinque. Non solo attaccanti in cima alla lista ci sono Santiago Morero (4) e Kelvin Matute (3). Difensori e centrocampisti, dunque, non fanno mancare il loro apporto in area avversaria: merito (anche) della prolificità della banda di Bucaro sui calci piazzati e sulle palle inattive, vera manna dal cielo per i centimetri biancoverdi. 

La classifica generale in casa Avellino:

Alessandro De Vena 16 gol

Ferdinando Sforzini 11 “

Alessio Tribuzzi 9 “

Nicola Ciotola 5 “

Santiago Morero 4 “

Kelvin Matute 3 “

Matteo Gerbaudo 2 “

Franco Da Dalt 2 “

Luis Maria Alfageme 2 “

Luigi Mentana 1 “

Francesco Buono 1 “

Niccolò Dondoni 1 “

Francesco Buono 1 “

Alessandro Di Paolantonio 1 “

Filippo Capitanio 1 “

Eleoenai Tompte 1 “