Tempo di lettura: 2 minuti

“La tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro é un diritto imprescindibile da appliccare sempre e non solo durante le emergenze. Serve prevenzione, formazione e, sopratutto, servono maggiori controlli “.

Così Costantinos Vassiliadis, segretario provinciale dell’Ugl Avellino in merito all’incidente costato la vita ad un operaio di 56 anni a Castelvetere sul Calore.

“Esprimiamo tutta la nostra vicinanza alla famiglia. – prosegue il sindacalista- Il nostro pensiero é rivolto all’operaio, vittima di questo terribile incidente e, ai tanti lavoratori che, ancora oggi, vengono strappati alla vita mentre lavorano.

Come dichiarato anche dal segretario generale, Francesco Paolo Capone, non possiamo restare in silenzio di fronte a queste stragi silenziose. Da anni – continua – abbiamo anche avviato, su tutto il territorio nazionale un tour dal titolo ‘Lavorare per vivere‘. Un progetto nato proprio per sensibilizzare la cittadinanza al tema delle morti bianche. Un progetto che rafforza le azioni concrete del nostro sindacato rivolte proprio alla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.

“Le leggi legate alla sicurezza sul lavoro – aggiunge Nunzio Marotta, segretario provinciale dell’Ugl Ambientale – ci sono, ma non basta questo per tutelare la vita, bisogna applicarle. Quanto accaduto oggi a Castelvetere- conclude – é l’ennesimo pugno allo stomaco, in un periodo già complicato”.