Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – Quattro gare a secco di vittorie. Quattrocento minuti senza trovare la via del goal. L’Avellino va a caccia del riscatto di Giovanni Ignoffo contro la Paganese. Entrambe le formazioni si affrontano a due mesi di distanza. Ad agosto in Coppa Italia terminò con il risultato di 2-2. In tale occasione l’Avellino si presentò al “Marcello Torre” con il 3-5-2. Modulo che oggi sarà rispolverato dal tecnico di Monreale. La gara contro i biancoazzurri rappresenta uno snodo cruciale per Ignoffo che si gioca la permanenza.

In avanti Charpentier sarà affiancato da Micovschi. Senza escludere la possibilità che all’attaccante francese venga affiancato il rientrante Albadoro. Tra i pali conferma per Tonti che offre maggior sicurezza al tecnico. In mediana De Marco sembra avanti nel ballottaggio con Silvestri. L’appello lanciato dal tecnico nella canonica conferenza è stato accolto dal pubblico. Circa 350 i tifosi dell’Avellino presenti sulle gradinate.

La Paganese dopo i buoni risultati ottenuti va a caccia della continuità. Il tecnico Alessandro Erra confermerà il 3-5-2 nonostante i vari acciacchi. In avanti l’attacco sarà guidato da Alberti e Diop. Conferma sulla fascia sinistra per l’ultimo arrivato Dramè.

Le probabili formazioni di Paganese-Avellino (fischio d’inizio ore 17.30):

Paganese (3-5-2): Baiocco; Schiavino, Stendardo, Sbampato; Carotenuto, Caccetta, Capece, Gaeta, Dramè; Alberti, Diop. A disp.: Scevola, Lidin, Scarpa, Bramati, Panariello, Mattia, Campani, Acampora, Musso, Guadagni, Calil. All.: Erra.

Avellino (3-5-2):  Tonti; Njie, Morero, Laezza; Celjak, De Marco, Di Paolantonio, Rossetti, Parisi; Micovschi, Charpentier. A disp.: Abibi, Palmisano, Zullo, Pizzella, Silvestri, Petrucci, Karic, Albadoro, Carbonelli, Alfageme. All.: Ignoffo.

Arbitro: Nicolo’ Marini di Trieste. Assistenti: Alessandro Pacifico di Taranto e Marco Trinchieri di Milano.