Tempo di lettura: 2 minuti

Colle Sannita (Bn) – È tornato a parlare ai propri cittadini il sindaco di Colle Sannita, Michele Iapozzuto, e non le manda certo a dire. Dopo aver fatto un bilancio delle persone positive al Covid-19 nella comunità da lui amministrata (risultano essere 8) e sulle dosi di vaccino ad oggi somministrare, il primo cittadino apre una lunga parentesi sul nuovo Hub vaccinale di Morcone.

Purtroppo da domani – dice Iapozzuto i vaccini verranno effettuati a Morcone, e questa cosa mi fa molto dispiacere in quanto, non trovo logico la decisione presa dall’Asl, perchè qui a Colle abbiamo una sede proprio dell’Azienda Sanitaria Locale da oltre 30 anni, abbiamo tre infermieri che lavorano quotidianamente e abbiamo i nostri medici che gratuitamente hanno offerto le loro prestazioni. Mi sembra assurdo che le persone di Colle Sannita, Circello, Castelpagano e Reino, debbano spostarsi in altri paesi più lontani con tutte le problematiche del caso. Non tutti sono muniti di auto, non tutti hanno la patente e non tutti hanno la possibilità di farsi accompagnare. Mi sembrava logico che la campagna vaccinale proseguisse a Colle Sannita. Spero che si tratti di una decisione momentanea“.

Dopo aver affrontato la criticità sulle vaccinazioni, il Sindaco, ha chiesto delucidazioni per quanto riguarda i criteri in base ai quali vengono effettuati i vaccini, denunciando che sono state somministrati a persone che non ne avrebbero diritto per il momento. “Ci sono delle fasce che si sono prenotate – spiega Iapozzuto si tratta degli over 80, 70, 60, e delle fasce deboli, ma sono venuto a conoscenza che purtroppo sono stati somministrati vaccini a persone che non rientravano in queste categorie. Invito le persone preposte al controllo della somministrazione dei vaccini, di essere coscienzioso  e di rispettare le regole che loro stessi hanno stabilito“.