Tempo di lettura: < 1 minuto

Airola (Bn) – I Vigili del fuoco sono ancora a lavoro per riuscire spegnere l’immenso rogo che ha devastato un capannone nella zona industriale di Airola. Nonostante l’intervento di numerose squadre, provenienti anche dalla vicina Caserta, alcuni piccoli focolai sono ancora attivi nell’immenso hub di componentistiche in plastica per auto.

Non si lamentano feriti, ma evidentemente quello che preoccupa molto le autorità e i cittadini riguarda il possibile rilascio in atmosfera di sostanze inquinanti e nocive. Mentre l’Arpac è al lavoro per monitorare la situazione con una strumentazione che già nella serata di ieri era stata attivata, il neo sindaco Vincenzo Falzarano, eletto il 3 e 4 ottobre, ha chiuso le scuole e invitato tutti i concittadini a non uscire di casa tenendo porte e finestre chiuse. Il fumo levatosi dall’immenso rogo, intanto, è stato spinto dal vento verso il territorio casertano e napoletano, pertanto, la crisi è diventata di rilevanza regionale.