Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Ultime scelte, ultime convocazioni. Poi, dopo la partita di Ascoli, il Benevento comincerà a cambiare pelle. I primi movimenti, in realtà, ci sono già stati. Coda ha salutato tutti a fine giugno, un contratto in scadenza e mai rinnovato ha costretto l’Hispanico a fare le valigie verso nuovi lidi. Al suo posto (numericamente) sarebbe dovuto arrivare Remy in vista della nuova stagione ma il francese è stato bloccato dai medici: niente certificato di idoneità sportiva e niente tesseramento. Si è subito consolata la Strega, con il direttore sportivo Pasquale Foggia volato in Francia per riportare in Italia Kamil Glik. Questa volta le visite mediche a Villa Stuart non hanno giocato brutti scherzi, accordo fatto con tanto di presenza al “Ciro Vigorito” e un contratto triennale custodito nel cassetto che attende solo di essere ufficializzato.

Cambiamenti in corso, scelte necessarie per affrontare al meglio un torneo difficile e complicato come quello di serie A. Pasquale Foggia, durante la conferenza stampa di questa mattina, ha confidato di avere le idee chiare, ammettendo che ci saranno tagli dolorosi ma inevitabili. Lo impone il regolamento che obbligherà la società di via Santa Colomba a iscrivere in elenco un massimo di 25 calciatori “over” (17 over 22, 4 cresciuti nel vivaio italiano e 4 cresciuti nel proprio vivaio) e “under” illimitati. Agli innesti, insomma, dovranno far fronte delle partenze.

Ecco perché per alcuni giocatori l’avventura al Benevento potrebbe essersi conclusa ancor prima del match di domani sera ad Ascoli. Fari puntati sopratutto sul reparto arretrato, dove l’ingaggio di Glik ha fatto già saltare il banco. Caldirola al “Del Duca” non ci sarà ma il giocatore scuola Inter sta trattando il rinnovo e appare destinato a vestire ancora il giallorosso. Rimarrà anche Barba, arrivato a gennaio proprio in ottica promozione. Tre maglie già occupate e allora l’attenzione si sposta sul trio composto da Tuia, Volta e Antei. Prevedere un en-plein di addii appare un azzardo a fine luglio, ma almeno due su tre dovrebbero lasciare il Benevento. Voci di mercato sembrerebbero portare alle cessioni di Volta e Antei, tanto che entrambi (non convocati per Ascoli al pari dello stesso Tuia) avrebbero salutato tutti al termine dell’ultima seduta di allenamento della stagione.

Legati al club da un altro anno di contratto, i due difensori non dovrebbero far parte del gruppo che si ritroverà a metà agosto per partire alla volta del ritiro estivo. C’è chi, poi, un contratto attende di rinnovarlo (Gori e Maggio) e chi è già andato in scadenza (Gyamfi), decidendo ugualmente di concludere la stagione in giallorosso. C’è chi, insomma, domani sera potrebbe vivere gli ultimi minuti in giallorosso e chi potrebbe aver concluso in anticipo la propria esperienza nel Sannio.