Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Seconda vittoria consecutiva per il Benevento di Inzaghi che batte anche l’Empoli fa due su due nel doppio turno casalingo e vola a +5 sulla seconda in classifica. Di seguito le pagelle dei giallorossi. 

Montipò 6,5: Mai in difficoltà, anche su un paio di conclusioni apparentemente insidiose nella ripresa. Bravo nelle uscite, incerto in una sola circostanza, ma nulla di particolarmente grave.

Maggio 6: Nel primo tempo Bandinelli prova a metterlo in difficoltà nell’uno contro uno e ci riesce. Cresce nella ripresa, quando il risultato è già in cassaforte, ma nella sua serata ci sono anche troppi errori di sufficienza.

Tuia 7,5: Parte con un brivido in fase di disimpegno, poi però trova il suo primo gol in giallorosso anticipando tutti sull’angolo di Kragl e si sblocca anche mentalmente. Sempre attento in copertura, ma c’è da dire che Mancuso e soci fanno ben poco per impensierirlo.

Caldirola 7: Solito dominatore d’area, anche se stavolta ci mette un po’ di più a entrare in partita prestando il fianco nei primi minuti. Poi, però, è perfetto come sempre. E un mezzo gol lo fa anche lui con un salvataggio provvidenziale sull’1-0.

Letizia 7: Dalle sue parti agisce Frattesi, considerato alla vigilia un grande pericolo. Lui lo annulla, lo batte nel duello in corsa e non gli dà mai modo di ragionare. Altra grande prestazione.

Kragl 7,5: Prima un assist, poi un gol spettacolare. La sua azione personale strappa applausi e si concretizza nel migliore dei modi con la complicità di Brignoli. Nel resto della gara dà sostanza al reparto e blocca le linee di passaggio avversarie. 

Schiattarella 7: Inzaghi lo schiera dal primo minuto e lui non delude. A centrocampo l’intesa con Viola è perfetta, bene nell’interrompere il gioco e nel ripulire palloni. Essenziale nel rendere più fluida la manovra e verticalizzare. (27’st Hetemaj 6: Entra con grande vigoria e strappa una vasta mole di palloni dai piedi dei centrocampisti avversari)

Viola 6,5: Vale più o meno lo stesso discorso del compagno di reparto, che però almeno all’apparenza sembra essere un po’ più in serata. Sfiora il gol al 39’, quando libera il sinistro da buona posizione sbagliando però la mira.

Tello 6,5: Tante buone e pessime cose miscelate in un’unica partita, ma conferma la sua importanza in questo sistema di gioco. In due gare ha accumulato almeno sei nitide palle gol senza tuttavia concretizzarne alcuna. Però quando scappa via sulla fascia è un piacere per gli occhi.  (37’st Antei s.v.:  Entra bene nel finale quando Inzaghi passa alla difesa a cinque)

Sau 6: Fa il lavoro sporco, libera spazi per gli inserimenti dei centrocampisti e ha una buona occasione nella ripresa, quando il suo tiro viene murato. (22’st Insigne 6: Utile a far salire la squadra, ma un paio di opportunità sciupate gridano vendetta)

Coda 6: Nel primo tempo è sfortunato sul rimpallo con Brignoli, dopo l’intervallo libera Sau in area, ma la più grande chance ce l’ha sul 2-0, quando può mettere il punto esclamativo sulla gara ma sbaglia a tu per tu con Brignoli.

Inzaghi 7: Altra sfida stravinta contro il suo collega avversario. In una settimana ha piegato due dei suoi predecessori sulla panchina giallorossa in grande scioltezza. La Strega ha le idee chiare e sa perfettamente come e quando colpire, primato e +5 sulla seconda meritatissimi.