Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Il Benevento cade al Ciro Vigorito contro l’Inter. Finisce 5-2 per gli uomini di Antonio Conte che fanno valere la loro supremazia tecnica. Di seguito le pagelle dei giallorossi: 

Montipò 5: Incerto nel disimpegno e nell’impostazione con i piedi. Sbaglia sul secondo gol di Lukaku e non mostra la solita convinzione nelle uscite. Bravo su Sanchez nella ripresa, ma non basta.

Maggio 5: In netta difficoltà su Young che semina il panico insieme a Sensi sulla sua fascia di competenza. (1’st Foulon 6: Entra con personalità sull’out mancino facendo il possibile per limitare la furia di Hakimi).

Glik 5: Lukaku è un cliente terribile e il conto da pagare è salatissimo. Giornata difficile, ne arriveranno di migliori. 

Caldirola 5: Qualche errore di troppo in fase di impostazione e nel posizionamento. Gli avversari, fortissimi, ne approfittano senza pensarci due volte. 

Barba 5: Impatto da dimenticare. Pronti-via e Hakimi lo brucia in velocità. Poi un paio di ottime diagonali prima dell’infortunio. (37′ pt Letizia 5: Errore imperdonabile sul gol di Hakimi, meglio nella ripresa quando si passa al 3-5-2 e Inzaghi lo dirotta a destra. Handanovic dice no al suo diagonale).

Ionita 5: Ci mette sostanza ma battagliare col centrocampo interista non è impresa semplice. Sfiora il gol al 14′ di testa, la conclusione è debole. 

Schiattarella 6: E’ l’unica fonte di qualità nella mediana giallorossa, anche se spesso difetta nella precisione. Nel finale paga dazio a livello fisico ma riesce comunque a lanciare deliziosamente Lapadula per il possibile 5-3).  

Dabo 6: Tanta sostanza nella sua gara, tiene testa a livello fisico e sbaglia meno rispetto alla sfida con la Samp. (25’st Hetemaj 6: Si cala bene nella parte e  si fa notare anche per la finta sul secondo gol di Caprari).  

Insigne 5,5: Pochi spunti degni di nota ma ottimo supporto nel pressing. Inzaghi lo sostituisce per dotare la squadra di un assetto più equilibrato. (1’st Tuia 6: Si posiziona sul centrodestra nella difesa a tre impostata da Inzaghi all’intervallo. Non sfigura). 

Caprari 6,5: Il migliore dei giallorossi, firma una doppietta che dà morale e partecipa a quasi tutte le azioni d’attacco giallorosse. Al posto giusto nel momento giusto, una buona indicazione per il futuro. 

Moncini 6: Conferma le buone impressioni della sfida d’esordio con la Sampdoria. Tanto sacrificio per lui che anche stavolta sfiora il gol con un diagonale che si stampa sul palo a inizio ripresa.(18’st Lapadula 5,5: Ok l’assist per il 5-2, ma si divora il 5-3 tutto solo davanti ad Handanovic). 

All. Inzaghi 6: Non sono queste che le partite da vincere, ma qualche correttivo andrà indubbiamente attuato alla luce dei tanti errori individuali. Il passaggio al 3-5-2 dà più equilibrio, ma a partita ormai compromessa.

QUI LA CRONACA DELLA PARTITA