Tempo di lettura: 3 minuti

Cremona – Il Benevento accarezza per un tempo l’idea di tornare da Cremona col bottino pieno ma poi viene ‘tradito’ da un errore in disimpegno a inizio ripresa. Le pagelle dei giallorossi dopo l’1-1 maturato allo stadio Zini contro la Cremonese

Paleari 6: Sul gol non ha colpe, bene nelle uscite e poche sbavature al rinvio. Azione dell’1-1 a parte, non si ritrova a fronteggiare grossi pericoli.

Letizia 6,5: Nel primo tempo è il migliore in campo, quando abbina all’attenta fase difensiva un buon apporto offensivo. L’ingresso di Buonaiuto a inizio ripresa lo mette in difficoltà.

Glik 6: Si concede qualche giocata di troppo in costruzione riscattandosi però con l’ineccepibile posizionamento. Non è una giornata da ‘straordinari’.

Barba 5,5: Rischia grosso prima andando per il sottile su Zanimacchia e poi ‘innescando’ Ciofani, ma in entrambi i casi viene graziato. Poteva andargli molto peggio.

Foulon 6: Fase di spinta limitata, per non dire assente. Ma in difesa fa il suo tenendo bene prima su Zanimacchia e poi su Baez. 

Tello 6: Ha l’onore di sbloccare il risultato con una deviazione fortunosa, poi però sbaglia troppe scelte in zona calda mandando a farsi benedire ghiotte opportunità per il 2-1. (43’st Masciangelo s.v.

Viviani 6,5: Conquista la punizione del momentaneo vantaggio e gioca una gara ordinata. Il migliore tra i centrocampisti giallorossi che si sono alternati sul prato dello Zini. (26’st Di Serio 5,5: La prima volta Lapadula non lo vede, ma in pieno recupero gli serve una palla deliziosa. Tutto facile per Sarr: la conclusione è troppo debole).

Calò 6: In tandem con Viviani gode di maggiori libertà, tuttavia l’assetto varato da Caserta lo costringe all’interdizione e lì fa un po’ fatica. Il gol del vantaggio nasce dai suoi piedi. 

Brignola 6: Non si risparmia nel ripiegamento e prova al tempo stesso l’accelerazione sulla corsia sinistra. Non fa mai davvero male ma dà la sensazione di potersi accendere da un momento all’altro. (Insigne 5,5: Ingresso impalpabile, non riesce ad incidere). 

Sau 5: Sfiora il raddoppio nel primo tempo ma pesa sulla prestazione l’errore commesso a inizio ripresa che regala il pari ai grigiorossi. (11’st Lapadula 6: ha subito l’opportunità del 2-1 ma Sarr gli dice no. Gioca tanti palloni utili, gli manca solo lo spunto finale). 

Moncini 5: Lo penalizza tanto il gioco espresso nel primo tempo, quando si verticalizza poco e non gli arrivano palloni giocabili. La conseguenza è un pomeriggio da comparsa. (11’st Ionita 6: si piazza alle spalle dell’unica punta Lapadula fornendo la solita sostanza). 

Caserta 6: In serie B non ci sono tecnici più penalizzati di lui dalla pausa per le Nazionali. Fa di necessità virtù optando per il doppio play, una scelta che paga sul piano della prestazione, con evidenti miglioramenti rispetto alla gara interna con il Perugia. Mancano però spunti e cattiveria in attacco, un aspetto su cui bisognerà lavorare.