Tempo di lettura: 3 minuti

Crotone – Rovinosa caduta del Benevento a Crotone. I giallorossi perdono 4-1 e collezionano la seconda sconfitta consecutiva dopo il ko con l’Atalanta. le pagelle dopo il match dello Scida

Montipò 5: Otto gol subìti in due partite, non è il miglior momento della sua stagione. Non ha colpe particolari nei singoli episodi, nel finale si concede un’uscita avventata. 

Improta 5: Soffre tanto in fase difensiva nel duello con Pereira, è dalle sue parti che il Crotone crea i maggiori pericoli. (30’st Iago Falque 6: torna in campo e ci mette poco a fare gol. Il suo recupero è l’unica buona notizia di giornata). 

Tuia 5: Nel primo tempo reclama un calcio di rigore, ma in fase difensiva stenta non poco. Emblematico il quarto gol di Vulic, quando dà le spalle al centrocampista al momento del tiro. Un gesto che sa di resa. (30’st Caldirola s.v.: entra a gara compromessa, mette benzina nelle gambe in vista dei prossimi impegni)

Glik 4: L’autogol iniziale è tanto goffo quanto decisivo, perché mette tutto in salita. Male anche in occasione sul 2-0, quando con un assist fortuito mette Simy davanti alla porta. 

Barba 5: Distratto e poco reattivo, Simy se lo beve quando cala il tris che chiude di fatto la partita. 

Dabo 5,5: L’assenza di Schiattarella costringe i tre centrocampisti ad alternarsi nella costruzione, ma nessuno ha le geometrie giuste. Men che meno il burkinabé, macchinoso e impreciso. Oltre che falloso in fase di non possesso. 

Ionita 5: Zanellato, Vucic e la posizione di Messias lo fanno dannare. Non riesce a prendere le misure sulle ripartenze rossoblu, e in fase di possesso si limita al compitino. (21’st Tello 6: fa il suo ingresso in campo in uno scenario difficile, salva il 5-1 nel finale).

Hetemaj 6: Il migliore dei giallorossi. Recupera un buon numero di palloni, rincorre gli avversari e sfiora l’eurogol in rovesciata negato solo da uno strepitoso intervento di Cordaz. 

Insigne 5: Costretto ad uscire per un problema alla caviglia poco dopo aver fallito la clamorosa chance per riaprire il match. Errore che costa carissimo. (40’pt Caprari 5: giudizio forse severo, ma di fatto non entra mai in partita). 

Sau 5: Da elemento di sicuro affidamento si trasforma per un pomeriggio in un problema. Fallisce l’uno a uno da ottima posizione e si fa scippare da Pedro Pereira nell’azione del 3-0. Completa l’opera rimediando un rosso pesante al momento del cambio. Contro il Torino non ci sarà. (20’st Di Serio 5,5: Fallisce la zampata da pochi passi, poche altre chance di mettersi in mostra).  

Lapadula 5: Con una grande giocata mette Insigne davanti alla porta, ma è l’unica cosa da annotare della sua partita. Poca presenza in area, in un pomeriggio del genere sarebbe servito qualcosa di diverso. 

All. Inzaghi 5: gara pesantemente condizionata dall’autorete iniziale di Glik che scombussola il suo piano partita. Sta di fatto che alla squadra mancano le contromisure giuste per fronteggiare le ripartenze che consentono ai padroni di casa di andare a nozze. 

QUI LA CRONACA DELLA PARTITA