Tempo di lettura: 3 minuti

Castellammare di Stabia (Na) – Il Benevento torna nel Sannio con un punto dopo il derby dello stadio Menti di Castellammare. Di seguito le pagelle dei giallorossi dopo l’1-1 con la Juve Stabia

Montipò 6: Inoperoso. La sua presenza si palesa solo nelle uscite alte, ma non è chiamato agli straordinari. Non può nulla sul gran gol di Calò.

Maggio 5,5: Non si vede molto in fase di spinta e va in difficoltà più volte nella copertura su Canotto nel primo tempo. Nella ripresa però tiene bene e non commette sbavature

Tuia 6,5: Nel primo tempo una grande chiusura su Cissé evita il possibile raddoppio. Attento sui cross e negli anticipi, rischia solo una volta, ma dà sicurezza.

Caldirola 5: Fin dai primi minuti si vede che non è in gran giornata. Ammonito al 13’ per un fallo ingenuo, lascia il Benevento in dieci proprio quando la sfida poteva cambiare direzione.

Letizia 6: Diverse cose buone abbinate a un po’ di nervosismo e a un’ingenuità che nel finale poteva costare la partita alla sua squadra. Nel mezzo due ottimi assist per Tello e Insigne che non capitalizzano.

Kragl 6: Nel primo tempo non riesce a dare il giusto contributo, fatta eccezione per un sinistro al volo che chiama Russo all’intervento in tuffo. Nella ripresa serve l’assist dell’1-1, poi lascia il campo. (22’st Insigne 6: Non può esporsi troppo a causa dell’inferiorità numerica, ma ha anche una buona occasione che non riesce a sfruttare).

Hetemaj 5,5: Non benissimo nel primo tempo, ma nella ripresa fa valere il fisico e si fionda su ogni pallone stringendo i denti soprattutto in un finale imprevedibile.

Viola 6: Nella prima frazione il suo piede si vede ben poco, nonostante un cioccolatino servito a un Coda poco cattivo nella circostanza. Nella ripresa verticalizza ancora benissimo per Tello, fermato in sospetto fuorigioco.

Tello 6: Sullo zero a zero salva con un intervento provvidenziale su una velenosa punizione di Calò, poi cicca il tap-in da due passi su assist di Letizia. Nella ripresa non sembra in fuorigioco, ma il primo assistente lo ferma. (36’st Improta s.v.: briciole di partita con pochi palloni toccati per lui)

Sau 5,5: A intermittenza. Manca la zampata sull’assist di Coda dopo 15 minuti, poi nella ripresa chiama alla parata ‘salva-risultato’ il portiere stabiese Russo. Inzaghi lo sacrifica quando il Benevento resta in dieci. (18’st Antei 6: Entra a freddo e non commette errori)

Coda 6: Nel primo tempo manca di lucidità e precisione, ma poi guida la riscossa segnando il suo terzo gol in campionato con una zampata sulla punizione di Kragl. Bravo nell’aprire il gioco come sempre e a sacrificarsi dopo l’espulsione di Caldirola.

All. Inzaghi 6: Aveva predetto le difficoltà della trasferta e nel primo tempo si sono viste tutte. Eppure sarebbe bastata un pizzico di precisione in più alla sua squadra per tornare a casa con i tre punti. L’espulsione compromette i suoi piani di rimonta nel momento migliore.