Tempo di lettura: 2 minuti

Il Movimento Cinque Stelle sannita avrà la sua candidata alle prossime elezioni regionali. Sarà Antonella Coletta, biologa di San Giorgio del Sannio.

L’indicazione è giunta nelle scorse ore e passerà per una deroga alla procedura ufficiale. Come raccontatovi alcune settimane fa, infatti, la competizione interna al M5S – al solito portata avanti attraverso Rousseau – si era conclusa con la vittoria di Carmine Molinaro e Marianna Farese. Quest’ultima, però, con la revoca delle dimissioni del sindaco Clemente Mastella, tornava a pieno titolo Consigliere comunale della Città capoluogo, incappando così nelle maglie del regolamento interno ai cinque stelle che prevedeva l’incandidabilità per chi “ricopre una carica elettiva”.

Il problema vero, però, stava nella mancanza di alternative: la Farese era infatti l’unica donna ad aver partecipato alle Regionarie. Che fare, dunque? L’ipotesi era quella di una candidatura fuori provincia, come già accaduto nel 2010. Prospettiva – evidentemente – disastrosa per il Movimento Cinque Stelle.

Dove non ha potuto Rousseau, allora, è riuscita la diplomazia. Scartata per ragioni tecniche l’ipotesi di riaprire il voto online tra gli attivisti, è cominciata una sorta di consultazione ufficiosa all’interno dell’universo grillino sannita. La ricerca della candidata ha seguito due direttrici: preferenza ai nomi provenienti dalla provincia e alle militanti più attive.

Un giro di orizzonte dal quale sono emerse cinque disponibilità a candidarsi. Alla fine del confronto tra le dirette interessate, la scelta è ricaduta per Antonella Coletta.

Sarà lei, dunque, ad affiancare il beneventano Molinaro nella corsa verso un seggio a palazzo Santa Lucia. L’indicazione è stata trasmessa ai “facilitatori” regionali e l’ufficialità della candidatura è attesa per le prossime ore.