Tempo di lettura: 2 minuti

Soltanto un anno fa, in pieno agosto, (leggi qui) sembrava tutto fatto per il ritorno a palazzo Mosti di Gennaro Santamaria. All’esponente politico beneventano, una vita politica “al centro” e un lungo percorso amministrativo alle spalle (di recente ha ricoperto l’incarico di Capo della Segreteria Politica del Ministro dell’Ambente Gianluca Galletti), Clemente Mastella aveva deciso di affidare la guida del suo Ufficio di Gabinetto. Approvata anche la relativa delibera di giunta, a stoppare l’operazione fu l’Inps che non concesse l’assegnazione “in comando” del suo dipendente.

Dieci mesi dopo ci risiamo. E nei corridoi di via Annunziata in tanti sono convinti che sia questa la volta buona. E’ di Gennaro Santamaria, infatti, una delle due candidature protocollate in risposta all’avviso (scaduto il 14) per il conferimento di un incarico dirigenziale a tempo determinato (ex articolo 110).

Il prescelto dirigerà il settore Affari Generali ed Istituzionali fino al termine del mandato amministrativo del sindaco, in forza di un contratto di lavoro a termine con un orario settimanale a tempo pieno (36 ore).

E si tratta di un tassello fondamentale per la vita amministrativa di palazzo Mosti, visto che il settore comprende: L’area di supporto alla Segreteria Generale (Trasparenza, controlli interni, Nucleo Valutazione, privacy, anticorruzione); gli Affari Generali (Organi Istituzionali e Consiglio Comunale, albo e pubblicazioni, messi e notifiche, contratti); il Gabinetto del Sindaco (Segreteria, rappresentanza, Ufficio Stampa, Comunicazione istituzionale); la Polizia Municipale.

Solo due, dicevamo, le candidature formalizzate. Detto di Santamaria, aspira a guidare gli Affari Generali del Comune anche Nicola Corea, stimato commercialista beneventano e dal 2018 consigliere comunale a Sen Leucio del Sannio grazie a una elezione conquistata con il minimo sforzo (zero voti) nella lista ‘salva quorum’ guidata dall’assessore della giunta Mastella Antonio Reale.

Una corsa a due con un chiaro favorito, almeno a dar retta ai soliti beneinformati, e il cui esito si conoscerà, con ogni probabilità, entro la fine della settimana prossima, quando la Commissione Esaminatrice (ne fanno parte il segretario generale Maria Carmina Cotugno e i dirigenti Alessandro Verdicchio e Raffaele Ambrosio) completerà le proprie valutazioni e trasmetterà la documentazione al sindaco Clemente Mastella, ”giudice ultimo” considerato che le procedure selettive di cui all’art. 110, comma 1 del Tuel conservano caratteristiche fiduciarie.