Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – È una Pasqua diversa per le tradizionali Uova dell’AIL che, per la prima volta, a causa del Coronavirus, non hanno raggiunto tutte le case delle migliaia di italiani che, in questo periodo, scelgono di sostenere l’Associazione. L’AIL, però, non si ferma e resta al fianco non solo degli ammalati, ma anche del personale sanitario, messo a dura prova. L’uovo diventa un segno di ringraziamento e di affetto per tutto ciò che viene fatto a salvaguardia degli ammalati.

L’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma – Sezione “Stefania Mottola”, sta consegnando, in questi giorni, 2000 uova di Pasqua e 500 mascherine FFP3 al personale sanitario impegnato in prima linea contro l’emergenza Covid-19, presso l’ospedale “Fatebenefratelli”, l’Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento e per i pazienti del Dh Ematologico.

Le consegne non si fermano: nella giornata di oggi, le uova solidali saranno recapitate presso la Casa di Cura “Villa Margherita” e presso il 118 di Cerreto Sannita e nei prossimi giorni ad altre strutture della provincia.

AIL Benevento ha deciso di donare le uova di Pasqua ai medici, infermieri e pazienti che, in questo momento, stanno pagando il prezzo più alto.” – Sottolinea il Presidente Salvatore Mottola – “L’associazione, da sempre, sostiene le strutture ospedaliere al fine di rendere migliore la qualità della vita dei pazienti. In questo momento di paura, sconforto e angoscia, ci auguriamo che le nostre uova possano portare un po’ di dolcezza e serenità.”
In questi giorni tante sono le persone preoccupate e bisognose di rassicurazioni e conforto. In particolar modo i pazienti che chiedono di ricevere informazioni aggiornate sulla gestione delle patologie, anche a livello psicologico.

Per questo l’AIL ha deciso di potenziare il numero verde AIL 800226524, che sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 17 per orientare e informare al meglio i pazienti e i loro familiari. Chiamando la linea gratuita sarà possibile parlare con un medico ematologo, mentre ogni mercoledì (15, 22 e 29 aprile) ci sarà lo spazio per parlare con uno psico-oncologo https://ailbenevento.it/numero-verde-e-domande-frequenti-covid-19 .

Inoltre l’AIL ha organizzato l’iniziativa un “Uovo Sospeso”. La rete virtuale diventa una grande piazza, dove scegliere le uova da donare per poterle consegnare ai pazienti, ai medici e infermieri che, insieme, stanno affrontando con tanto coraggio questa grande sfida all’interno dei reparti di ematologia di tutta Italia. L’Uovo Sospeso è un gesto di solidarietà per continuare una tradizione e rendere “più dolce” la Pasqua di chi è più fragile. Scopri di più: https://shop.ail.it/home/uovo-sospeso-ail.html.