Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Dopo la protesta scatenata nell’Assise della scorsa settimana dai consiglieri del gruppo Speranza per Caserta Francesco Apperti e Norma Naim, che avevano abbandonato l’aula in seguito al mancato inserimento all’Ordine del giorno della discussione sul biodigestore, il presidente Michele De Florio ha convocato il prossimo Consiglio comunale per il 5 aprile alle ore 15. E, questa volta, ci sarà anche la discussione inerente la “revoca dei provvedimenti amministrativi sull’impianto di digestione anaerobica in località Ponteselice”, grazie alla mozione presentata proprio dalla consigliera Naim.

Ma non sarà l’unico argomento, tutt’altro. Dopo l’approvazione verbale della seduta precedente, si passerà alla discussione sull’Archivio di Stato di Caserta con relatore Michele De Florio. Successivamente il consigliere Gianfausto Iarrobino relazionerà su modifiche e integrazioni del Regolamento generale delle entrate. Sulla legittimità dei debiti fuori bilancio, invece, ci sarà l’intervento degli assessori Girfatti e Pica. Poi le mozioni della Naim: prima quella sulle centraline di controllo della qualità dell’aria e in seguito quella tanto agognata sul biodigestore. Il consigliere Maietta chiederà la revoca della delibera di giunta sull’approvazione delle tariffe cimiteriali; il consigliere Dello Stritto tratterà dell’affidamento del servizio di riscossione della sosta a pagamento nel territorio comunale mentre il consigliere Boccagna chiederà l’eliminazione delle zone a pagamento nelle immediate vicinanze dell’ospedale. Chiuderà il consigliere Iannucci, il quale solleciterà il blocco dei precedenti accordi stipulati dall’amministrazione con la società Gmc srl/Lidl Italia srl al fine di rimodulare gli stessi per le esigenze reali della città.

Quindi, quello del 5 aprile si preannuncia un altro Consiglio rovente visti i temi all’Ordine del giorno. Intanto, nel pomeriggio di oggi, si svolgerà la seduta dell’Assise nella forma del ‘question time’.