Tempo di lettura: 2 minuti

Capodrise (Ce) – Un invito ma anche un monito all’amministrazione comunale di Capodrise (Caserta), in vista dello stanziamento da parte del Governo dei 400 milioni di euro per i buoni spesa, “ad essere vigile e dare sostentamento a chi ne ha veramente bisogno, a quelle persone che oggi non riescono nemmeno a fare la spesa e mettere il piatto sulla tavola“. A lanciarlo è il consigliere comunale di opposizione Filippo Topo (Unione Democratica per Capodrise). “In questo momento drammatico per la nostra nazione, causa Covid-19 – dice Topo che è anche medico in prima linea all’ospedale di Marcianisenon si può non pensare a tutti coloro che per la chiusura forzata delle loro attività, si trovano in condizioni di grande sofferenza. In maniera molto timida, inizialmente il governo ha stanziato solo 600 euro a testa; finalmente ieri sera il premier Conte, ha sbloccato fondi che potranno essere gestiti direttamente dai Comuni. A questo punto mi verrebbe da dire finalmente, ma non posso nascondere la mia preoccupazione che questi soldi vengano elargiti effettivamente a chi ne ha bisogno. Pertanto invito l’amministrazione ad essere vigile e dare sostentamento a chi ne ha veramente bisogno; sono queste le persone più deboli, quelle più vulnerabili, che possono commettere le sciocchezze più estreme. A queste persone mi rivolgo, non sentitevi abbandonate! A tal proposito, lancio l’idea di creare ‘un Fondo Comune di Solidarietà‘, rivolto a tutti ma soprattutto agli imprenditori del nostro paese, che mostrino sensibilità e risposta, a chi chiede aiuto. Sarebbe bello che anche coloro che fanno politica, a livello più alto, si dimezzasse il proprio lauto stipendio perché in questo momento c’è bisogno di resistere e risollevare la nostra amata Italia“.