Tempo di lettura: 2 minuti

Caserta – Una stretta sul consumo delle bevande notturne, con maggiori controlli agli esercenti in relazione alla vendita soprattutto a minori. È quanto emerso dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica convocato d’urgenza dal Prefetto di Caserta Raffaele Ruberto, su richiesta del sindaco Carlo Marino, dopo le risse e le aggressioni avvenute durante la movida di sabato notte per le vie del centro che hanno visto come protagonisti minori e ragazzi poco più che ventenni; il gestore di un locale è stato ferito da un 16enne, che è stato denunciato, mentre un suo amico 24enne è stato fermato. Nel corso della nottata sono avvenuti anche atti di vandalismo. 

Avevamo annunciato provvedimenti veloci e duri per contrastare le degenerazioni violente della movida in città – ha spiegato Marino – e siamo stati di parola. Il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica ha programmato una serie di importanti iniziative, utili a garantire la tranquillità che i nostri giovani e le loro famiglie desiderano”. “Dopo l’analisi di quanto accaduto e la consapevolezza che la risposta delle forze dell’ordine e della magistratura è stata immediata e concreta, si è deciso – ha aggiunto il sindaco – un rafforzamento delle misure di controllo nelle ore serali, con servizi mirati e dedicati effettuati anche con l’ausilio della Polizia Municipale. Ma, soprattutto, si è convenuto di porre un freno al consumo di bevande alcoliche nelle ore notturne. I miei uffici sono al lavoro ed in costante contatto con la Prefettura per redigere un’ordinanza che preveda misure severe ma indispensabili per garantire la sicurezza e la serenità nei luoghi della movida” ha concluso il sindaco di Caserta.