Tempo di lettura: 2 minuti
Napoli – La scomparsa di Nadia Toffa non ha gettato nello sconforto soltanto il mondo del giornalismo televisivo. Anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che negli scorsi ha più volte incontrato la reporter de “Le Iene”, è rimasto attonito davanti alla notizia della sua morte: «La fine terrena di Nadia Toffa è una notizia terribile per chi ha avuto il piacere di conoscerla. È per il Paese un vuoto molto grande che Nadia lascia nel mondo della televisione, del giornalismo, della cultura. Ma Nadia lascia un vuoto soprattutto perché era una donna speciale. Seguita e amata da milioni di persone, adorata da chi ha avuto il piacere di conoscerla. Giornalista colta, preparata, corretta, libera, autonoma, coraggiosa, onesta».
 
Il sindaco de Magistris entra quindi nel merito della sua conoscenza con Toffa tratteggiandone un ricordo a dir poco toccante: «Ho avuto il privilegio di conoscere Nadia molto bene, come professionista e come donna. Il giornalismo italiano, soprattutto quello di inchiesta, perde una grandissima professionista. Chi l’ha conosciuta avverte oggi un senso di vuoto, di sgomento e di profonda amarezza per come la vita purtroppo non raramente assume il volto della tragedia. Nadia è morta troppo presto, aveva troppi progetti. Non ha mollato fino all’ultimo giorno. Voglio anche ricordare il suo profondo amore per Napoli. Cara Nadia ricorderò per sempre tutte le chiacchierate che ci siamo fatti, dalla politica alla magistratura, dall’ambiente alla cultura, dalla lotta per i diritti all’amore per la vita. Ti abbraccio con le mani verso il cielo. Ciao Nadia».