Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Catello Maresca non sarà mai il candidato a sindaco di Napoli per il centrodestra. Il magistrato, in questi giorni, sta assistendo al dibattito sui giornali, e evita accuratamente di intervenire per smentire le ricostruzioni e le dichiarazioni di chi vorrebbe attribuirgli la volontà di scendere in campo alla guida della coalizione composta da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. “Per vincere”, scrive oggi su Facebook l’europarlamentare Fulvio Martusciello, “occorre candidare Maresca. Una coalizione civica guidata da Maresca. Una nuova Forza Italia, quella che stiamo costruendo, può ambire a essere il primo partito della coalizione”Martusciello dovrà mettersi l’anima in pace: il magistrato, simbolo della legalità e della lotta alla camorra, se mai dovesse decidersi a scendere in campo, lo farebbe solo e soltanto alla guida di una coalizione “veramente” civica, e non formata da personaggi della politica politicante ansiosi di riciclarsi come “civici” utilizzando, per non dire strumentalizzando, il nome del magistrato. Maresca ha ben compreso il giochino di usare il suo nome per tentare di resuscitare un centrodestra napoletano ridotto ai minimi termini. Non è suo costume, in ogni caso, smentire ogni indiscrezione di stampa. Il suo obiettivo resta quello di dare un contributo alla sua città. Se davvero si candiderà a sindaco di Napoli, lo farà contando sul sostegno di esponenti della società civile e puntando a aggregare forze vitali del tessuto sociale partenopeo. Il resto, è pura e semplice strumentalizzazione.