Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Dopo aver raggiunto il primato di Legambiente come peggior linea ferroviaria d’Italia la Circumvesuviana sembrerebbe, finalmente, pronta per un aggiornamento delle carrozze.

In arrivo ben 40 nuovi treni che rinnoveranno l’ormai ampiamente scaduta flotta dei convogli vesuviani, molti di essi in attività da più di vent’anni.

Erano 20 anni – racconta il Governatore De Luca via social – che in Campania non si faceva una grande operazione di ammodernamento del parco rotabile. È un impegno straordinario che stiamo mantenendo per migliorare la qualità del servizio e la sicurezza per i passeggeri e per rispondere sempre meglio alla sfida dei trasporti pubblici in Campania”.

Un sospiro di sollievo per i pendolari napoletani, messi dall’Eav in condizioni di mobilità alquanto pessime. Dallo scorso dicembre, infatti, i pendolari vesuviani sono ufficialmente i più bistrattati del bel Paese. Tra ritardi, soppressioni, treni fantasma e stazioni da scene horror, dovevano così passare ben 20 anni e un primato, che non tesse le lodi della città metropolitana, per smuovere le coscienze. La Circumvesuviana per bacino di utenza è ad oggi tra i mezzi di trasporto più utilizzati in Italia.