Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – E’ allerta massima nel Vesuviano per i nuovi casi di contagi da Covid-19. Solo nelle ultime 24 ore ad Ottaviano si registrano tre positivi, tutti giovanissimi rientrati da vacanze fuori regione. Mentre da oggi nel comune vesuviano tornerà l’obbligo della mascherina anche all’aperto.

Con la nuova ordinanza arrivata in serata, la numero 197, il comune di Ottaviano ha infatti disposto l’uso del dispositivo di sicurezza obbligatorio anche all’aperto, dalle 19 alle 6 del mattino, fino al prossimo 31 agosto.

Abbiamo gestito bene la fase immediatamente successiva al lockdown – spiega il primo cittadino Luca Capassoma ora ci stiamo lasciando tutti andare. Lo dico senza accusare nessuno, men che meno i giovani che hanno tutto il diritto di divertirsi”.
Gran parte dei nuovi casi di contagio da Covid nel Vesuviano sono, infatti, da attribuirsi a giovanissimi di ritorno dalle vacanze e il richiamo all’attenzione del Comune si estende anche ai parametri di sicurezza da mantenere nei luoghi della movida locale.

In questo momento loro sono i più esposti – racconta Capasso, riferendosi ai giovani – e dal loro comportamento dipende molto la diffusione del virus. Ecco perché questa ordinanza è volta a regolamentare soprattutto la movida: nessuno vuole vietare le uscite, ma devono essere fatte tassativamente nel rispetto delle regole e con l’uso rigoroso della mascherina. I controlli saranno severi e le sanzioni potranno arrivare fino a 1000 euro”.

Mentre sale l’apprensione anche nei comuni limitrofi. “Viviamo in agglomerati urbani in cui le distanze tra una città ed un’altra sono nulle ed i confini solo simbolici” ha spiegato, richiamando all’attenzione la comunità, il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano.

Anche se stiamo osservando pochi casi gravi nella popolazione giovanile – chiarisce Catapano – i drammi di questa primavera ci hanno insegnato che il contagio può essere fatale nelle fasce di popolazione più anziane”.