Tempo di lettura: 2 minuti

Di Marina Cappitti

Scoppia la bufera nel M5S. Poche ore dopo la pubblicazione su Anteprima24 dell’emendamento giallo-rosso per salvare il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris e il Comune dal dissesto (leggi qui) si scatena la guerra tra i pentastellati.

Presa d’assalto la bacheca Facebook della deputata grillina Vittoria Baldino, relatore insieme al collega Pd Fabio Melilli del provvedimento da inserire nel Milleproroghe che verrà discusso domani mattina in Commissione Bilancio. Tra le più agguerrite il consigliere regionale del M5S, Maria Muscarà che ricorda l’interrogazione del senatore grillino Vincenzo Presutto insieme ad altri 37 parlamentari e che andava in direzione praticamente opposta.

“37 poveretti lavorano per tutelare i cittadini e qualcuno lavora per tutelare il sindaco. Stiamo facendo il gioco delle tre carte, ma sulla pelle dei napoletani”. E ancora “Salviamo la città dal dissesto, ma anche dal dissestatore”. Commenti tutti postati sotto la foto della deputata grillina che sorridente in un selfie annuncia il suo pranzo veloce in famiglia “prima di tornare al lavoro per analizzare gli emendamenti al decreto mille proroghe”.

Ma quando Marco Ferruzzi condivide l’articolo resta poco da sorridere e comincia la protesta social. “C’è anche questo emendamento – scrive – firmato da lei? E’ inaccettabile continuare a salvare la pessima amministrazione De Magistris. Si allontani prima questa amministrazione e poi si pensi ad aiutare la città. Prolungare la vita a questa amministrazione non aiuta Napoli . “Salviamo veramente Napoli liberandola dal dissestatore” posta Felicia Ruggiero. “Cortesemente mentre analizza gli emendamenti cancelli quello per il salvataggio del dissestatore di Napoli scrive Biagio Spinelli del M5s.

Un emendamento che imbarazza non poco i big e gli attivisti campani che proprio oggi a via Scarlatti si sono dati appuntamento per sostenere la candidatura di Luigi Napolitano alle suppletive con tanto di foto di gruppo postata dalla pentastellata in Consiglio regionale, Valeria Ciarambino. “Votare Ruotolo – il commento a corredo – vuol dire chiudere gli occhi dinanzi alla disastrosa gestione della città di Napoli”. Ma a quanto pare a farlo è proprio il M5s.