Tempo di lettura: < 1 minuto

Roma – Si tratta di eroina. E’ questa la polvere trovata nella stanza di Libero De Rienzo, l’attore napoletano morto a soli 44 anni, nel suo appartamento in via Madonna del Riposo all’Aurelio. Uno scenario, quello dell’overdose, che sta prendendo corpo col passare del tempo, anche se il modesto quantitativo, si parla di una bustina di cellophane con soli 10 grammi e senza il taglio di altre sostanze, non dovrebbe portare alla morte. Ipotesi plausibile potrebbe essere quella del mix letale con sedativi. Ovviamente tutte supposizioni, se ne saprà qualcosa di più domani, giorno in cui è previsto l’esame autoptico al Gemelli con un consulente nominato dalla Procura di Roma che, intanto, ha aperto un fascicolo sul decesso dell’attore. 

De Rienzo, dietro il malore una indiscrezione pesantissima: sequestrate tracce di polvere bianca 

Morto Libero De Rienzo, la Procura apre un’inchiesta: “Ipotesi assunzione di droga”

Morto l’attore napoletano De Rienzo, l’omaggio della Rai al suo talento