Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Inaugurato oggi nel quartiere Ponticelli, a Napoli Est, il murales dedicato alla memoria di Gaetano De Cicco, Salvatore Banaglia, Domenico Guarracino e Gaetano Di Nocera. Vittime innocenti di camorra scomparse l’11 novembre 1989 in quella che è tristemente conosciuta come la “Strage del bar Sayonara”.

Un lavoro partorito dall’associazione Est con gli studenti dell’IC 49° Toti Borsi Giurleo che ha visto anche il contributo del Forum Regionale dei Giovani.

Il murales nasce dalla voglia di ricordare alla cittadinanza il tragico evento, da parte dei familiari delle vittime e dei volontari del Presidio Libera Ponticelli “Vittime 11 novembre”.  L’11 novembre è un giorno indelebile per gli abitanti della periferia orientale di Napoli.

Quel giorno la camorra dimostrò tutta la sua brutalità lasciando sgomento nel quartiere e in tutta la città, il tragico epilogo fu di 6 morti, 4 di questi totalmente estranei alla camorra.  A quasi 31 anni, da quel tragico 11 novembre, persiste però la memoria nel quartiere affinché giornate del genere non si ripetano mai più. L’evento di oggi va lodevolmente su questa scia.

Hanno provato a seppellirci, non sapevano che eravamo semi”. Così si legge sul murales inaugurato questa mattina in piazza Egizio Sandomenico, nel cuore del quartiere popolare napoletano.  Da questi semi sono così spuntati splendidi fiori accesi di colori allegri e speranza per gli abitanti di Napoli Est.