Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Nel giorno in cui tutte le istituzioni comunali napoletane sono impegnate nell’abbattimento della Vela verde a Scampia c’è un’altra periferia di Napoli che continua ad essere dimenticata. Parliamo di Napoli Est, la periferia orientale della città metropolitana, qui non ci saranno le famigerate vele ma ciò non toglie l’emergere di tutti i problemi annessi ad un’area di periferia.

Non tutti sanno, infatti, che gran parte della serie Gomorra è stata girata nei quartieri della VI municipalità napoletana. Tra Ponticelli e San Giovanni a Teduccio ci sono tutti i requisiti necessari per raccontare una serie crime anche senza vele, questo grazie soprattutto all’abbandono dell’area orientale della città di Napoli.

La denuncia odierna, inviata da un cittadino al consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, racconta del degrado e dell’abbandono di via Argine ai Granili, nel quartiere San Giovanni a Teduccio.

Qui da più di un anno, a detta del cittadino che ha registrato anche un video di denuncia, non si vede un operatore ecologico, mentre i furbetti di turno continuano a sversare rifiuti illecitamente.

Dobbiamo assistere ogni giorno a questo scempio è uno schifo” racconta il cittadino. Mentre sullo sfondo si intravedono i container degli ormai dismessi stabilimenti petroliferi che continuano ad avvelenare Napoli Est.

Nonostante la bonifica di queste aree fu decretata nel lontano 1998 ad oggi nulla è ancora stato fatto. Nel quartiere Gianturco la puzza dei veleni generati dagli ex stabilimenti è ancora fortissima nell’area. Sicuramente l’aria malsana non può che far male ai cittadini.

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris lanciò la sua seconda campagna elettorale con la mission di bonificare le periferie. Oggi con tanto di foto col caschetto da operaio si fa immortalare dinanzi la Vela verde a Scampia. Ma al sindaco andrebbe ricordato che le periferie a Napoli non sono solamente nell’area nord della città.