Tempo di lettura: 2 minuti

San Giorgio a Cremano (Na) –  A due giorni dalla tragica scomparsa, nel Vesuviano, del Vigile Urbano Pasquale Grimaldi, resta ancora il lutto nelle due comunità toccate dalla tragedia.

Il 30enne, che si è tolto la vita, lo scorso mercoledì, con la sua pistola d’ordinanza nei pressi del cimitero di Portici (Clicca qui), ha lasciato letteralmente sgomenti le comunità di Ercolano, il comune dove era residente, e di San Giorgio a Cremano, città dove prestava il suo servizio nella Polizia Municipale.

Dopo il cordoglio del primo cittadino sangiorgese Giorgio Zinno, nella giornata di ieri anche un suo ormai ex collega ha voluto ricordare il giovane Grimaldi.

In tanti mi hanno chiesto chi era Pasquale Grimaldi – racconta su Facebook l’Ufficiale Giorgio Carcatella, postando anche una foto del comando sangiorgese – Io vi dirò cosa Pasquale Grimaldi ha rappresentato per me e cosa dovrà insegnarci, nonostante la giovane età. Un Collega con una disponibilità immensa. Un Uomo di Cuore. Un Amico che si faceva voler Bene. Qui è con me e gli altri ragazzi, in un momento successivo ad una delle operazioni più importanti realizzate”.

Sventammo una maxi rissa tra baby gang – ricorda Carcatella – bloccando 17 minori pronti a darsi battaglia. Come in altre occasioni, il suo contributo fu significativo. Mio caro “Giovane Fratello/Figlio”, ci rincontreremo lungo la strada”.

Foto Facebook